Pick of the Week 68 - Come far decollare la reputazione di una destinazione turistica in 3 mosse

Pick of the Week 68 - Come far decollare la reputazione di una destinazione turistica in 3 mosse

 

Come far decollare la reputazione di una destinazione turistica in 3 mosse

 

paris pic


La reputazione online di una destinazione turistica non è una questione personale, ma di gruppo. Per ottenere risultati rilevanti, non basta monitorare la situazione, ma è fondamentale coinvolgere in modo attivo e costante tutti i protagonisti della filiera, dall’albergatore al barista. La Regione Puglia c’è riuscita in 3 mosse, avvalendosi dei  report personalizzati e degli strumenti professionali di Travel Appeal e strutturando un processo che ha già portato ottimi risultati.

Leggi di più...

 

 

Turismo mordi e fuggi: non sempre è un male!

travel trend travel appeal - turismo mordi e fuggi


Molti esperti di destination marketing e DMO temono il cosiddetto turismo “mordi e fuggi” ma non vi fate ingannare: spesso le destinazioni che risultano avere una bassa permanenza media sono quelle che - come l’Italia - sono meta di un turismo multi-destinazione. Ossia di visitatori che non si fermano mai in una sola città, ma visitano diversi luoghi durante viaggi anche molto lunghi. In verità, se il turismo mordi e fuggi significa questo, è un indice positivo, perché testimonia che la destinazione ha la capacità di avere flussi ben distribuiti nel paese e non concentrati solo in poche zone o città. Ce lo spiega in un interessante approfondimento Officina Turistica.

Leggi di più...

 

 

Google non si ferma nella corsa al vacation rental

google punta sul vacation rental - travel appeal


Vacasa, uno dei più grandi siti di affitti brevi negli Stati Uniti, renderà disponibile su Google Hotel Finder le sue 14.000 case private in continua crescita, con tanto di foto, descrizioni, recensioni e possibilità di prenotare direttamente online. Un segno tangibile del peso che Google potrebbe assumere a breve nel settore del vacation rental online, mettendo in dubbio il primato di Airbnb e di Booking. Le abitazioni private verranno mostrate sulla mappa a fianco degli hotel e quando un utente cliccherà per acquistare, verrà reindirizzato a Vacasa.

Leggi di più...

 

 

I player mondiali del travel insieme per promuovere il turismo sostenibile a fianco del Principe Harry

turismo sostenibile - travel appeal


“Il turismo come catalizzatore di buone pratiche. Trasformare il futuro del travel per tutti.” Questo è lo slogan che TripAdvisor, Ctrip, Booking.com, Skyscanner e Visa hanno dato a Travalyst, un ambizioso progetto per promuovere il turismo sostenibile nel mondo. Un’iniziativa messa in campo nientemeno che dal Principe Harry d'Inghilterra.
“Vogliamo essere la forza trainante che dia vita a una nuova strada per il turismo, che aiuti tutti a esplorare il mondo in modo da proteggere sia le persone che i luoghi.” Anche se le modalità con cui verrà portato avanti il progetto non sono ancora chiare, in generale, il turismo sostenibile è un trend in crescita da non ignorare, che secondo le previsioni crescerà del 10% nei prossimi quattro anni, per diventare un business da 340 miliardi di dollari.

Leggi di più...